T>energy

Total e Università dell’Aquila, accordo proficuo

Permettere ai giovani di guardare al futuro nonostante la devastazione. Il Gruppo Total ha assunto questo importante impegno nei confronti della popolazione abruzzese dopo il tragico terremoto che ha colpitoì la regione il 6 aprile del 2009. Nel bilancio del sisma, 300 morti, 1500 feriti e gravi danni materiali. Tra i luoghi danneggiati ci sono anche gli edifici dell’Università dell’Aquila e i suoi laboratori.

Giovani ricercatrici dell'Università de L'AquilaUna ferita (quasi) insanabile

Una ferita profonda, che minacciava di rendere impossibile a molti studenti il completamento del proprio percorso di studi e l’attività di ricerca e formazione. Da qui, la decisione del Gruppo Total: il 26 gennaio 2010, la società sottoscrive con l’Università dell’Aquila un accordo di cooperazione scientifica e formativa che prevede l’erogazione di un contributo di un milione di euro per la riattivazione dei laboratori di Chimica, Ingegneria Chimica e Materiali e di Microscopia Elettronica della Facoltà di Ingegneria, tutti gravemente lesi dal terremoto.

Opera completata

Tre anni dopo i laboratori sono stati completamente ristrutturati, la nuova strumentazione messa a disposizione e l’attività di studio, ricerca e formazione è ripresa a pieno ritmo. Proprio nei luoghi del disastro è tornata la normalità della vita dell’Università, un obiettivo ambito e atteso. Un risultato che gli stessi laureati e dottorandi della Facoltà hanno spesso descritto nei loro lavori, evidenziando l’importanza della strumentazione di nuovo disponibile e usata nelle ricerche di laboratorio e nelle attività di formazione.

Impegno più ampio

Ma l’impegno di Total è ben più ampio, non si è limitato a fornire i fondi per la strumentazione dei laboratori dell’Università. La società ha voluto guardare al futuro e alla formazione insieme ai giovani e ha indicato tra le priorità dell’accordo la volontà di favorire i legami tra il mondo universitario e il mondo dell’impresa, in particolare attraverso il contributo alla formazione degli studenti non solo per le professioni nei settori dell’energia, della chimica e dell’ambiente, ma anche nelle attività a essi correlate.

Strumenti di ricercaCooperazione scientifica

La convenzione ha dato il via anche a una cooperazione scientifica e formativa che ha visto il Gruppo Total e l’Università dell’Aquila impegnati nell’orientamento, nella formazione e nell’assegnazione di borse di studio. Un legame forte e a lungo termine che ha previsto anche lo scambio dei risultati delle esperienze formative, dei programmi d’insegnamento e dei piani di studio. Non solo, l’accordo ha mirato a favorire anche la reciproca partecipazione a congressi, simposi e stage e il regolare scambio di informazioni su documenti relativi all’attività di formazione e alle pubblicazioni scientifiche. A sigillo di questa stretta collaborazione, Total ha offerto agli studenti iscritti all’Università dell’Aquila alcuni stage presso la stessa società: una grande opportunità di debutto ed esperienza nel mondo del lavoro.