T>energy

Dalla Germania al Mondo per la promozione della Basilicata

La Cantina Terra dei Re è una delle aziende protagoniste degli incontri in Germania, presente sia nella missione del 2012 che in quella del 2013. Oggi è una delle sette imprese aggregate sotto il brand “Lucanica”, unitesi per conquistare il mercato tedesco, ma non solo. Ne parliamo con il proprietario, Paride Leone.

Sono passati pochi mesi dalla prima trasferta, e già in questa seconda visita in Germania c’è stata una grossa novità...

Dopo esserci conosciuti come aziende, grazie agli appuntamenti in terra tedesca, abbiamo seguito il suggerimento di Total per proseguire nel progetto di internazionalizzazione: unirci in un unico soggetto imprenditoriale. Così in questi mesi abbiamo costituito una rete di imprese composta da 7 aziende lucane dell’agroalimentare.

Aggregarsi è una strada inevitabile per un’efficacie promozione del territorio?

Oggi non si possono affrontare i mercati mondiali da soli. Da qui la scelta di mettere assieme diverse aziende, proponendo un paniere di prodotti più ampio. Una strategia che, secondo il nostro giudizio, ci può favorire in questo progetto di internazionalizzazione.

Si sono già visti i risultati degli incontri in Germania?

Sì, sono già stati siglati alcuni contratti direttamente in quelle sedi. La nostra presenza in Germania, però, non deve essere intesa come un’azione puntuale, che deve raggiungere una conclusione nell’immediato. Il lavoro svolto fin qui deve proseguire con un’azione di commercializzazione che si ponga obiettivi di medio-lungo periodo.

Quali saranno i prossimi passi per la neo-costituita rete d’imprese per la promozione e lo sviluppo della Basilicata?

Vogliamo allargare ulteriormente la nostra presenza all’estero. Ci consolideremo in Germania, ma abbiamo già individuato buone potenzialità nel mercato canadese e giapponese, che riteniamo essere quelli più pronti ad accogliere i nostri prodotti.