T>energy

Arte pubblica, mezzo di promozione per la Lucania

Il progetto è ambizioso: raccontare e promuovere un territorio, meglio un’intera regione, attraverso l’arte pubblica. Lo sta facendo la Basilicata, grazie al LAP, primo Laboratorio internazionale permanente di Arte Pubblica su scala regionale. Giovani artisti di tutto il mondo progettano opere che traggono ispirazione dal vissuto degli abitanti lucani, fra attualità, tradizione e storia. Il risultato? è già visibile.

Arte pubblica in BasilicataL’arte come forma di espressione pubblica

Il passato e il presente della Basilicata prendono forma per le vie delle sue città, propagandosi nello spazio urbano, nelle piazze, nei vicoli, sulle facciate dei palazzi storici. L’arte internazionale si immerge nel contesto urbano della Basilicata e si lascia ammirare in luoghi pubblici accessibili a tutti: opere, video e immagini occupano le postazioni permanenti della città di Potenza e quelle di Corleto Perticara, secondo polo espositivo inaugurato quest’anno grazie alla partnership con Total E&P Italia. Ma il LAP va oltre: si estende all’intero paesaggio della Basilicata utilizzando il cosiddetto urban screen, ossia video proiezioni sui palazzi storici della regione Basilicata, coinvolgendo anche gli spazi urbani di Matera, Calvello, Forenza, Acerenza.

Appuntamento di rilevanza internazionale

E il 2013 potrebbe rivelarsi un anno decisivo per il Laboratorio permanente di Arte Pubblica: nato nel 2009, per merito di Elisa Laraia, come piattaforma espositiva negli spazi urbani di Potenza, il LAP punta oggi a diventare un appuntamento internazionale atteso e riconosciuto. Il motore propulsivo di questo salto di qualità potrebbe essere la prima edizione del Public Art Award, concorso internazionale dedicato all’Arte Pubblica, che attraverso i settori del video e della fotografia esplora e indaga la regione Basilicata, il suo territorio e la sua storia.

Arte pubblicaParterre de rois

A sancire l’importanza dell’iniziativa una giuria prestigiosa, formata da artisti, critici e galleristi di fama mondiale e presieduta dal fotografo statunitense Spencer Tunick, celebre per le sue installazioni umane di migliaia di corpi nudi fotografati mentre occupano i luoghi pubblici simbolo delle più famose città del mondo. Un ennesimo tassello di prestigio, quindi, che nulla toglie al maggiore merito del progetto LAP: grazie al concetto di arte pubblica diffusa su scala regionale si consegna agli abitanti della Basilicata una consapevolezza inedita, quella di essere “cittadini” di una stessa regione, oltrepassando i confini fisici del singolo contesto urbano. Così l’arte è davvero al servizio dei cittadini, l’arte che diventa strumento di creazione di una comunità.