Total E&P Italia

T>energy

Master in Petroleum Geoscience, connubio tra formazione e lavoro

Dicembre 2013

Venti studenti ammessi, trenta corsi didattici, 1500 ore di formazione, sei attività seminariali, un tirocinio e una prova finale. Sono i numeriche descrivono l’edizione 2013 del master di II livello in Petroleum Geoscience promosso dall’Università degli studi della Basilicata, nato in collaborazione con Total E&P Italia.

Terra a vocazione petrolifera

Si tratta di un progetto che nasce dalla volontà di creare proprio in Basilicata, la regione con Tempa Rossa, il più grande giacimento petrolifero onshore dell’Europa continentale, un percorso di formazione e specializzazione in grado di formare figure con un profilo internazionale e altamente qualificate.

Dall’aula al campo di estrazione

Figure che con la loro formazione, il loro lavoro e le loro capacità possano contribuire alla crescita professionale e scientifica dell’intera comunità locale. Così, tra poco meno di un anno, i primi “geoscienziati del petrolio” lasceranno le aule per applicare ciò che hanno studiato nell’ambito del Field Development: le fasi di realizzazione di un campo petrolifero, le fasi di esplorazione del pozzo di petrolio, come individuare le trappole geologiche ricche di idrocarburi attraverso l’analisi dei dati di superficie e di profondità, e come dare supporto nella valutazione economica delle riserve e nella fase di studio di fattibilità industriale.

Collaborazione tra università e aziende

Grazie alla collaborazione tra l’Università e le grandi aziende petrolifere, gli studenti potranno mettere in pratica le materie studiate nel corso del master, completando così un percorso di formazione di alto livello. Il periodo di applicazione delle conoscenze studiate è il fiore all’occhiello del percorso didattico, pensato per acquisire una esperienza lavorativa attraverso un’attività simulata di play and risk assessment, di reservoir characterization e di development planning di un campo petrolifero.

Obiettivo lavoro

Dopo 12 mesi di intenso lavoro e formazione, una nuova generazione di professionisti sarà pronta per lavorare nella filiera del petrolio, ma non solo. I ragazzi, infatti, acquisiranno competenze che sono facilmente reinvestibili anche in altri campi di applicazione delle geoscienze. Basti pensare alle aziende attive nel settore dell’idrogeologia, della prospezione e sfruttamento dell’energia geotermica, dello stoccaggio della CO2e degli studi geologici a supporto delle grandi opere. Ottime prospettive di trovare un lavoro appena terminato il master, quindi, che unite alla comprensione dei meccanismi della Terra formeranno le nuove leve in grado di costruire un futuro di sviluppo e sostenibilità.  

Seguici su facebook© Total 2019 Privacy policy | Legal | Mappa | Rss | Credits Partita Iva: 10569621005