Total E&P Italia

T>energy

Basilicata, terra di fede, cultura ed orgoglio

Dicembre 2013

Il paesaggio della murgia materana, i rioni Barisano e Caveoso di Matera, la chiesa rupestre Convicinio di Sant’Antonio e quella di San Nicola dei Greci, il campanile di San Pietro Barisano. E ancora la miriade di tetti delle case accavallate, la vita quotidiana della civiltà contadina, la tradizionale natività raccolta in uno spaccato tipico della Basilicata. La sorprendente espressività dei volti e la precisione paesaggistica di scorci riconoscibili ancora oggi. I Sassi del presepe di Franco Artese potranno essere apprezzati, un anno dopo essere stati ammirati dagli occhi dei fedeli in preghiera a piazza San Pietro e attraverso la diretta televisiva, in un libro fotografico dedicato all’opera dell’artista di Grassano, paese dell’entroterra lucano.

L’opera

Scatti che concorrono a celebrare la civiltà delle mani, la cultura delle antiche abilità contadine e artigiane tramandate di padre in figlio, conservando il ricordo di questa straordinaria esperienza. Il presepe, di circa 150 metri quadri e con 100 personaggi in terracotta, nasce da un progetto che ha visto la luce dopo sette mesi di lavoro tra progettazione, allestimento e montaggio.

Lavoro di squadra

Come ogni iniziativa di successo, è stata caratterizzata da una sinergia di elementi. Il genio dell’artista in primis, ma anche il coinvolgimento e la collaborazione dei più importanti soggetti presenti sul territorio lucano: le autorità pubbliche, il Comune di Matera, la Regione Basilicata e l’Agenzia di Promozione Territoriale (APT) per la realizzazione e il finanziamento dell’iniziativa, a cui si è aggiunto il supporto dei soggetti privati, tra i quali Total. La Basilicata ha offerto, così, la propria peculiare identità culturale e religiosa, costruita in migliaia di anni, all’interno di una cornice di rilevanza internazionale.

Particolare del presepeLa Basilicata nel mondo

E con l’opera di Artese, e con la memoria dell’evento contenuta nel libro recentemente pubblicato, un po’ di Basilicata potrà essere portata e promossa in ogni angolo del mondo. Perché quest’opera racconta un territorio, non soltanto nella sua morfologia e nel suo paesaggio, ma descrive anche i valori di semplicità, umiltà e orgoglio dei lucani che sono ritratti nei volti dei personaggi del presepe. Un’opera che rappresenta un grande atto di devozione popolare da parte del popolo della Basilicata, e che quindi è corretto concepirla come tessera di un mosaico più ampio: la candidatura di Matera a Capitale europea della cultura nel 2019

Seguici su facebook© Total 2019 Privacy policy | Legal | Mappa | Rss | Credits Partita Iva: 10569621005