Total E&P Italia

Info generali

Progetto di Monitoraggio Ambientale

Il Progetto di Monitoraggio Ambientale (PMA) si prefigge, attraverso la rilevazione e misurazione nel tempo di alcuni parametri biologici, chimici e fisici, indicatori dello stato qualitativo delle componenti ambientali potenzialmente impattate dall’esercizio del Centro Oli, di fornire le basi per il perseguimento dei seguenti obiettivi:

  • verificare la conformità alle previsioni di impatto individuate nella documentazione ambientale costituente parte integrante del Progetto Tempa Rossa;
  • correlare i livelli di qualità delle componenti ambientali analizzate durante la vita del Progetto Tempa Rossa;
  • garantire il controllo della situazione ambientale, al fine di rilevare prontamente eventuali situazioni di criticità e permettere la tempestiva attuazione di azioni correttive;
  • fornire alle Autorità competenti i necessari elementi per la verifica della corretta esecuzione del monitoraggio, anche in ottemperanza alle prescrizioni e/o raccomandazioni formulate nel provvedimento di compatibilità ambientale.

Gli ambiti di studio del PMA sono stati definiti per ciascuna componente ambientale, in funzione delle possibili ricadute ambientali legati all’esercizio del Centro Olio. Tuttavia, con finalità esclusivamente di tipo conoscitivo, Total E&P Italia ha previsto l’estensione delle attività di monitoraggio a ulteriori postazioni ubicate nel territorio dei Comuni della concessione “Gorgoglione”. I monitoraggi presso tali ulteriori postazioni saranno eseguiti con una frequenza quinquennale.

 

DOCUMENTI

PROGETTO DI MONITORAGGIO AMBIENTALE | PDF | 4 MB

   
APPENDICE A - PLANIMETRIE | ZIP | 15 MB
APPENDICE B - GESTIONE ACQUE | ZIP | 1 MB
APPENDICE C - STUDIO DISPERSIONE ATMOSFERA | ZIP | 14 MB
APPENDICE D - IMPATTO ACUSTICO | ZIP | 90 MB
APPENDICE E - STUDIO IDROGEOLOGICO | ZIP | 70 MB
APPENDICE F - PROGETTAZIONE ESECUTIVA | ZIP | 10 MB
APPENDICE G - INQUADREAMENTO SISMOTETTONICO | ZIP | 10 MB
APPENDICE H - DINAMICA CONTESTO GEOLOGICO | ZIP | 2 MB
APPENDICE I - WEBGIS | ZIP | 0.5 MB
APPENDICE L - DATABASE GIS PMA | ZIP | 2 MB
APPENDICE M - DESCRIZIONE FASI REALIZZATIVE TEMPA ROSSA | ZIP | 6 MB
APPENDICE N - VIBRAZIONI | ZIP | 1 MB
PARERE BIOMONITORAGGIO | ZIP | 0.7 MB
TAVOLE PMA | ZIP | 315 MB


 


La prescrizione n. 11 della Deliberazione di Giunta Regionale di Basilicata n. 1888 del 19 dicembre 2011 e la Prescrizione n. 8 della Delibera CIPE di approvazione del progetto definitivo contengono una prescrizione, in base alla quale:

“Nel territorio individuato dalla perimetrazione della Concessione mineraria "Gorgoglione", o ricorrendone la necessità per un ambito maggiore definito dall'A.R.P.A.B., la TOTAL E&P Italia S.p.A. dovrà definire di concerto con l'A.R.P.A.B. un Progetto di Monitoraggio Ambientale per le diverse componenti ambientali oggetto di esame nello S.l.A. (prevedendo ii trasferimento a regime delle reti di monitoraggio in capo all'A.R.P.A.B.) che comprenda, tra l'altro:

  • una rete di centraline per il rilevamento della qualità dell'aria che prenda in considerazione oltre agli inquinanti tradizionali (CO, S02, NOx, 03, Polveri <PM10 e PM2,5>), anche H2S, benzene, IPA, SOV, metalli pesanti, con l'impiego di campionatori passivi ed un sistema FT-IR REMOTE SENSING. Dovrà, inoltre, essere sviluppato un modello di diffusione degli inquinanti nell'atmosfera;
  • il monitoraggio delle emissioni odorigene con campagne periodiche;
  • il monitoraggio del rumore all'esterno del Centro Olio Tempa Rossa con campagne periodiche;
  • stazioni di biomonitoraggio (bioindicatori e biosensori) per la verifica del livello di criticità ecologica derivante dall'eventuale contributo degli impianti dell'insediamento. Su questa parte del progetto il proponente dovrà acquisire il parere di un lstituto Scientifico o Ente qualificati nel settore;
  • il monitoraggio dello stato degli ecosistemi (basato almeno sui seguenti indicatori: microclima, suolo e sottosuolo, ambiente idrico superficiale e sotterraneo, morfologie naturaliformi, vegetazione con studio fitosociologico, flora lichenica, macrofauna, microteriofauna, carabidiofauna);
  • la raccolta dati da un idoneo numero di stazioni di rilevamento della sismicità naturale e/o indotta nell'area del giacimento petrolifero;
  • al fine di monitorare gli eventuali effetti sulla dinamica del contesto geologico dovranno essere realizzati dei capisaldi di livellazione di precisione, opportunamente ubicati, in numero sufficiente a fornire un quadro rappresentativo dell'area del giacimento;
  • il Progetto di Monitoraggio Ambientale dovrà recepire anche le prescrizioni riportate nel Capitolo 10. Prescrizioni, monitoraggio, limiti del Rapporto lstruttorio - artt. 29 quater e 29 sexies del Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152, predisposto dall'Ufficio Compatibilità Ambientale ai fini del rilascio dell'Autorizzazione Integrata Ambientale e complessivamente dovrà risultare coerente con dette prescrizioni.”

 

Seguici su facebook© Total 2019 Privacy policy | Legal | Mappa | Rss | Credits Partita Iva: 10569621005